Litigi di coppia, scopri come gestirli al meglio.

I litigi di coppia finiscono tra urla o con musi lunghi e silenzi? Quando litigate non riuscite ad arrivare a un accordo?

In questo articolo voglio darti alcuni suggerimenti utili per affrontare i litigi di coppia. Queste indicazioni sono frutto del lungo lavoro di ricerca di John Gottman, psicologo e consulente matrimoniale. Gottman ha studiato per anni oltre 700 coppie, con l’obiettivo di individuare i fattori che permettono a una coppia di funzionare e resistere nel tempo. A quanto pare uno dei fattori più importanti per un buon funzionamento della coppia è proprio la capacità di gestire i conflitti!

[un altro fattore fondamentale per il funzionamento della coppia è la conoscenza reciproca tra i partner, se vuoi sapere quanto conosci il tuo partner qui trovi un test]

Di seguito ti lascio una lista con una serie di suggerimenti stilata direttamente da Gottman per gestire i litigi di coppia, rendendo le discussioni più pacate e proficue.

Si tratta di indicazioni a livello di comunicazione, che possono far cambiare in modo netto l’andamento dei vostri litigi di coppia. Non ti chiedo certo di credermi sulla parola, ma di provare per verificarne tu stesso gli effetti.

7 suggerimenti comunicativi per affrontare al meglio i litigi di coppia:

1. Lamentati, ma evita il rimprovo.

Supponiamo che sei arrabbiato perché il partner si è dimenticato di fare la spesa, nonostante i messaggini di reminder su WhatsApp e la lista che gli hai lasciato in cucina. Aveva detto che questa volta la spesa l’avrebbe fatta lui, ma si è dimenticato e ora il frigo è vuoto.
È sicuramente corretto lamentarsi.

Potresti dire qualcosa del genere: ‘Abbiamo il frigo vuoto e ora è tutto chiuso. Eravamo d’accordo che te ne occupassi tu. Sono molto irritata per questo’.

Vi state lamentando di una situazione specifica, non della personalità o del carattere del partner.
Invece, è meglio evitare dire:

‘Ehi il frigo è vuoto! È colpa tua. Lo sapevo, fai sempre così!’

Per quanto tu possa aver ragione a rimproverare il partner, l’approccio è sbagliato e porterà a tensione, risentimento, atteggiamento difensivo o anche a veri e propri litigi di coppia.

2. Comincia le frasi con ‘io’, evita il ‘tu’.

Il noto psicologo Haim Ginotti rilevò che le frasi che iniziano con ‘io’ comportano un grado minore di critica, rispetto a quelle che iniziano con ‘tu’, per questo inducono l’interlocutore ad un atteggiamento meno difensivo. Alcuni esempi:

Non mi stai ascoltando’.

Sarebbe meglio dire:  Mi piacerebbe che mi stessi a sentire’.

Non te ne importa niente di me’.

Sarebbe meglio dire:  Mi sento trascurato/a’.

Questa accortezza renderà la discussione più produttiva, perché il partner non percepirà ciò che dite come un’accusa.

3. Parla di quello che succede, evita giudizi o valutazioni.

Invece di accusare o rimproverare, prova a limitarti a descrivere ciò che hai sotto agli occhi in quel momento.  Ad esempio:

‘Non cambi mai il pannolino a tuo figlio!’

Sarebbe meglio dire:Sembra che oggi sia l’unica a cambiare il pannolino a Diego’.

4. Sii chiaro/a.

Il partner non può sapere cosa ti passa per la testa. Perdi un po’ di tempo ad essere più chiaro nelle tue richieste, la vostra coppia ne guadegnerà in salute.

  Ogni tanto ti puoi occupare del cane?’

Sarebbe meglio dire: ‘Per piacere, porta il cane a fare una passeggiata e poi dagli una spazzolata’.

5. Sii gentile.

Comincia le frasi con ‘per favore…’, ‘mi piacerebbe che…’ proprio come saresti gentile con un tuo conoscente.

6. Lodalo.

Se il partner ad un certo punto della relazione ha gestito bene una situazione e poi l’ha trascurata, inizia la tua richiesta con una valutazione positiva di ciò che ha fatto, informandolo che adesso ne senti la mancanza. Ad esempio:

‘Non hai più tempo per me’

Sarebbe meglio dire: ‘Ti ricordi quando trascorrevamo i week and insieme? Andavamo al cinema, a cena, a passeggiare… mi piaceva stare con te. Perché non lo facciamo di nuovo?’

7. Non accumulare troppi argomenti.

Se metti troppa carne sul fuoco diventa difficile essere gentili e il rischio è di ricadere nei soliti litigi di coppia. Perciò non aspettate troppo a discutere certi argomenti, altrimenti potrebbero accumularsi e renderti davvero furioso.

Dott.ssa Serena Fugazzi

Se hai trovato utile questo articolo condividilo con la tua dolce metà .

Bibliografia:  ‘Intelligenza emotiva per la coppia’, J. Gottman, Ed. Rizzoli.

Sono Serena Fugazzi, psicologa psicoterapeuta, specialista in Terapia Breve Strategica. Ricevo in studio a Bologna e su Skype in tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *